T R I B U N A L E    D E I    D I R I T T I    D E I    P U B B L I C I

     D I P E N D E N T I        D E L L A           L  O  M  B  A  R  D  I  A

 

Tri.Di.Pu.Di.

 

 

 

Il Tribunale dei Diritti dei Pubblici Dipendenti

 

 

Il Tri.Di.Pu.Di.

 

Sede Nazionale

L  e  c  c  o

TRIDIPUDI ED SOS UTENTI per la difesa dei Consumatori – Assistenza Giurimetrica per truffe bancarie, per verbali di violazione del codice della strada e per truffe dei gestori telefonici

GUERRA ALL'ULTIMO SANGUE

TRA IL DOTT. CALOGERO SANFILIPPO

ED IL GIUDICE DI PACE GUIDO ALBERTO BAGALA'

**********
Chi scrive e pubblica in questo sito č il titolare, dott. Calogero Sanfilippo,
il quale se ne assume la responsabilitą civile e penale
 
 
 
 
 

 

 

 

 


Non accenna a placarsi la guerra scoppiata da oltre sei anni tra il giudice di pace di Missaglia, avv. Guido Alberto Bagalą e lo scrivente dott. Calogero Sanfilippo, ex Comandante della Polizia Locale di Lecco e da oltre dieci anni delegato SOS UTENTI Š DIFESA CONSUMATORI, con attivitą di Assistenza Giurimetrica per truffe bancarie, verbali di violazione del codice della strada e truffe dei gestori telefonici, con studio in Lecco, viale Dante Alighieri n. 28. Tutto ha avuto inizio in data 22 giugno 2009 con un esposto che Sanfilippo ha inoltrato al Consiglio Superiore della Magistratura (CSM) a carico del giudice di pace Guido Alberto Bagalą, in cui ha dovuto segnalare undici sentenze dove il prefato giudice non aveva brillato per imparzialitą di trattamento (clicca su esposto n. 1); esposto archiviato dal CSM. E' seguito un secondo esposto (clicca su esposto n. 2) in data 09 febbraio 2010 a carico dello stesso gdp Bagalą anch'esso archiviato. Bagalą, visto l'esito a lui favorevole degli esposti, conveniva in giudizio Sanfilippo e la SOS UTENTI, per vederli condannare al pagamento di  € 100.000, assumendo di essere stato diffamato per effetto della pubblicazione del primo esposto su questo sito. In data 12.01.2012 Sanfilippo ha inoltrato sempre a carico di Bagalą un terzo esposto (clicca su esposto n. 3) al CSM e alla Procura della Repubblica c/o il Tribunale di Brescia ed anche tale esposto č stato archiviato. Poichč in due atti manoscritti da Bagalą sono stati rilevati da Sanfilippo due errori di grammatica (qual'č con l'apostrofo e fą con l'accento), quest'ultimo, che ormai s'era rotto le scatole, in data 22 giugno 2012 ha inoltrato un quarto esposto (clicca su esposto n. 4) cui, nonostante il sollecito di Sanfilippo del 17/02/2015, il CSM a tutt'oggi non ha dato alcun riscontro; strano, visto che la risposta il CSM non la fa mai mancare. Stante la causa dei 100.000 euro pendente tra Bagalą e Sanfilippo, quest'ultimo, dopo un invito a Bagalą ad astenersi andato a vuoto, in data 30 giugno 2015 ha inoltrato "ricorso di ricusazione" al Presidente del Tribunale, il quale stranamente ha dichiarato inammissibile il suddetto ricorso. Avverso il provvedimento del Presidente del Tribunale, Sanfilippo s'č rotto le balle e ha presentato un quinto esposto (clicca su esposto n. 5) al CSM, al Ministro della Giustizia e alla Procura Generale c/o la Corte di Cassazione contro il Gdp Bagalą e il Presidente del Tribunale di Lecco. Vediamo come andrą a finire. Per comprendere appieno tutta la vicenda leggi i cinque esposti con riserva di pubblicarne il prosieguo.

 

Dott. Calogero Sanfilippo

 

ASSISTENZA LEGALE GRATUITA IN TUTTI E TRE I GRADI DI GIUDIZIO

LA GIUSTIZIA PER I PUBBLICI DIPENDENTI

L’auspicata sede del Tri.Di.Pu.Di.
Il diritto č la pił efficace scuola della fantasia; mai poeta ha interpretato la natura cosģ liberamente come un giurista la realtą. (Jean Giraudoux) 
* * * * *
Non basta essere innocenti per non avere paura dei giudici (Bernard Shaw)

Un’idea del dr. Calogero Sanfilippo
Viene alla luce a Lecco, la splendida cittą manzoniana dei Promessi Sposi, dichiarata capitale nazionale, perché il Tri.Di.Pu.Di. č destinato ad espandersi su tutto il territorio della Repubblica.


Alessandro  Manzoni 
"non ti far mai servo: non far tregua coi vili: il santo Vero mai non tradir: né proferir mai verbo che plauda al vizio, o la virtł derida."
Foto di Alberto Locatelli - 2000 - Riproduzione vietata
Quel ramo del lago di Como, 
che volge a
mezzogiorno, tra due catene non 
interrotte di monti, tutto a 
seni e a golfi, a
seconda dello sporgere e del 
rientrare di quelli, vien, quasi 
a un tratto, a ristringersi, e a 
prender corso e figura di fiume, 
tra un promontorio a destra, e un’ampia 
costiera dall’altra parte